Educazione di base

Per poter meglio tenere i contatti con gli appassionati cinofili, abbiamo istituito due giorni dedicati all’accoglienza per tutti coloro che vogliono avvicinarsi ai corsi di educazione base ed eventualmente proseguire con le numerose discipline di divertimento e sport che vi offriamo. Questi incontri saranno tutti i martedì e mercoledì dalle 19 alle 20 per parlare con i nostri istruttori e magari fare 10 minuti di prova. Venite a trovarci!!!! Troverete personale qualificato che vi illustrerà tutti i vantaggi di possedere un cane educato e potrete anche rendervi conto di come operiamo.
 

EDUCAZIONE DI BASE

 
 
PERCHÉ SEGUIRE UN CORSO DI EDUCAZIONE DI BASE?
Educare il proprio cane vi permetterà di istaurare con lui un rapporto corretto, basato sulla fiducia e la comprensione reciproche; potrete così gestirlo in tutta tranquillità in qualsiasi contesto e in qualsiasi situazione.


EDUCARE IL CANE SIGNIFICA:
capire la natura del cane, il suo modo di interagire con voi, con l’ambiente, con gli altri animali e le altre persone.
prevenire e correggere eventuali problemi di comportamento.
insegnare al cane comandi e comportamenti utili alla vita di tutti i giorni ( la condotta al guinzaglio, il seduto, il resta, il terra)
gestire il cane anche in presenza di forti stimoli ( a restare fermo o a tornare al richiamo anche in mezzo ad altri cani ed altre persone)
aiutare il cane nell’approcciarsi correttamente con altri cani.

Un cane educato è un cane che potrete sempre portare con voi ovunque senza incorrere in situazioni angosciose.
Il nostro corso si articola in 12 lezioni con frequenza di due incontri alla settimana (possibilità di scegliere tra lunedì-mercoledì o martedì-giovedì)
Il cane lavora sempre con il proprietario sotto la guida di un istruttore.
Il corso è aperto a cani di tutte le età a partire dai sei mesi , meglio se prima ha frequentato il corso di PUPPY CLASS.

ALCUNI PICCOLI CONSIGLI PER CHI COMINCIA IL CORSO... 

Cosa portare? 
Un gioco: 
(pallina con corda, treccia, salamotto o altro..) un gioco "speciale" che non venga abitualmente lasciato a disposizione del cane, ma utilizzato dal padrone per giocare insieme, in modo tale che diventi qualcosa di molto desiderato; sarà sempre opportuno terminare gli allenamenti e le lezioni con qualche minuto di gioco.
Premietti in cibo: 
bocconcini (wurstel, pezzetti di formaggio,prosciutto cotto a dadini,premi vari confezionati ...) l'importante è che non siano dati abitualmente al cane in altre occasioni come vizietto o come pasto , che non siano gommosi da masticare né che si spezzettino a terra, che siano piccoli ma in quantità percepibile al suo palato.
Un marsupio o porta bocconi: 
per poter mettere i bocconcini; i premietti devono poter essere prelevabili in modo rapido e con una sola mano
Un collare: 
per cuccioli e cani di piccola taglia collare fisso in cuoio o nylon (poi valuterà il vostro istruttore). Non va bene la pettorina per le lezioni.
Un guinzaglio: 
Non va bene il flexy (guinzaglio avvolgibile), non vanno bene guinzagli con pezzi di catena.
La fotocopia del libretto sanitario del cane.
Si richiede fotocopia del libretto sanitario in regola con le vaccinazioni e l'antirabbica. Ill conduttore / proprietario si impegna a vaccinare regolarmente il cane, a trattarlo preventivamente contro pulci e zecche con un prodotto di provata efficacia che neutralizzi anche le uova e le larve di pulci ed a controllarne la salute periodicamente presso il proprio veterinario.
modulo di iscrizione / regolamento
firmato e compilato per accettazione (potete scaricarlo e stamparlo direttamente da qui: iscrizione corso educazione - regolamento

 

CONSIGLI PER L'ACQUISTO DI UN CUCCIOLO

Decalogo per l’acquisto del cane 
L’acquisto di animali domestici da compagnia non è sempre esente da rischi. 
É purtroppo abbastanza frequente l’acquisto di soggetti malati o in cattive condizioni che, soprattutto se molto giovani, poco dopo l’ingresso in famiglia manifestano sintomi gravi che spesso sfociano nella morte. 
La specie canina è quella più esposta a rischi immediati legati alla suscettibilità ad alcune malattie virali, batteriche e parassitarie che possono facilmente provocarne il decesso entro pochi giorni. 
Non tutti i cuccioli provengono da allevamenti affidabili o da allevatori privati detentori di pochi soggetti; anzi, frequentemente prima di essere esposti per la vendita al pubblico parecchi hanno viaggiato in condizioni spesso disastrose per centinaia di chilometri arrivando a destinazione molto provati ed in pessime condizioni.. 
Moltissimi sono anche i soggetti che provengono dai paesi dell’Est europeo, dove probabilmente sono allevati in condizioni sanitarie ed igieniche discutibili che favoriscono la diffusione di malattie. 
Quando poi si radunano animali di diversa provenienza, come avviene nelle fiere o mercatini, la possibilità di contagio aumenta. Attenzione anche alle possibili truffe di tipo economico nelle quali si può incorrere: non sempre i soggetti ceduti come appartenenti ad una determinata linea di sangue lo sono, e si corre quindi il rischio di pagare a caro prezzo un animale che ha in realtà un valore decisamente inferiore. Non è raro che lo stesso soggetto sia proposto a cifre ben diverse, se si desidera o meno il pedigree, che è invece un documento obbligatoriamente richiesto dall’allevatore entro 90 giorni dalla nascita della cucciolata quindi certamente non più esigibile in tempi successivi. Il costo del’iscrizione al Libro Genealogico è irrisoria. 

Se volete informazioni più dettagliate, telefonate alla vostra Delegazione ENCI. 

Suggeriamo quindi a coloro che desiderano acquistare un cucciolo di attenersi alle seguenti indicazioni: 
1. Preferibilmente acquistare cuccioli di età compresa tra 60 e 65 giorni per permettere il loro corretto sviluppo psicofisico che potrebbe essere compromesso con l’allontanamento dalla madre prima di aver completato l’imprinting indispensabile per il loro equilibrio;.si evita così di favorire il commercio di animali troppo piccoli e non in grado di sopportare trasporti e manipolazioni eccessive. 
2. Verificare lo stato vaccinale sull'apposito libretto sanitario fornito con il cane. Le vaccinazioni devono recare il nominativo e il timbro leggibile di un medico veterinario. Vaccinazioni non certificate da medici veterinari sono da ritenersi nulle e quindi devono essere ripetute. Deve inoltre avere già effettuato l'inoculazione del microchip che deve essere documentato dal certificato di’iscrizione all’anagrafe canina. 
3. Sottoporre al più presto l'animale ad una visita di controllo dal proprio veterinario di fiducia. 
4. Tenere presente che le vaccinazioni non garantiscono nei primi tempi l'effettiva protezione dell'animale molto giovane e che devono essere ripetute (richiami) a scadenze fisse per i primi mesi di vita per proteggere adeguatamente il cucciolo. Un cane di due mesi non può avere già terminato il programma vaccinale. 
5. Limitare per i primi giorni i contatti del cucciolo con cani non ben conosciuti e non frequentare con animali molto piccoli e non vaccinati le aree normalmente riservate ai cani. 
6. Ad animali molto giovani non somministrare farmaci di nessun genere (antielmintici, antibiotici, antiparassitari esterni) se non prescritti dal medico veterinario. Ogni farmaco ha indicazioni precise e va utilizzato solo in seguito a visita clinica o ad esami di laboratorio. Errori di dosaggio o farmaci inutili possono causare danni gravissimi ed anche la morte del cucciolo. 
7. Non utilizzare farmaci a caso o provenienti da confezioni aperte perché suggeriti da amici o forniti dal venditore insieme all'animale. Se il cucciolo presenta segni di malessere consultare immediatamente il proprio veterinario. 
8. Se l'animale è di razza e munito di pedigree deve essere identificato con microchip che indichi la reale identità del cane acquistato. Non devono esserci discrepanze tra la data di nascita riportata dal pedigree e quella del libretto sanitario: se ciò avviene il libretto o il pedigree probabilmente appartengono ad un altro animale. Fate. verificare dal vostro veterinario. 
9. L'animale regolarmente iscritto ai libri genealogici lo è dalla nascita, non deve quindi essere richiesto dal venditore un supplemento del costo del soggetto per procurare il pedigree già attribuito (ad esclusione delle spese di stampa/spedizione). Per ulteriori informazioni circa il costo reale del pedigree rivolgersi alla delegazione ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana) più vicina. 
10. Verificare attentamente le condizioni di vendita del cane (contratto) e richiedere al venditore informazioni in caso di indicazioni poco chiare. Non fidarsi di “promesse verbali”, ma richiedere garanzie scritte. Richiedere in ogni caso al proprio medico veterinario ulteriori consigli PRIMA di effettuare l'acquisto di animali di qualsiasi tipo.

Resta


chiamata al piede


Condotta e Resta in presenza di tanti cani e tante persone; occorre insegnare al cane a lavorare anche in presenza di forti stimoli. 


Condotta al guinzaglio..